ALFABETO

ALFABETO

‘Indefettibile costanza di carattere e qualità’

‘Diciassette divinità tutte legate alla terra e all’agricoltura’

‘Tramandare una cultura antica in un gusto attuale’

ALFABETO

La linea Alfabeto comprende vini che provengono dalla selezione dei vigneti distribuiti nei diversi terroir dell’azienda Janare, con eccezione dei fondivalle alluvionali.

Come nel dirigere un’orchestra, dove è compito del direttore far sì che ogni componente dia il meglio di sé garantendo assoluta armonia all’insieme, qui il lavoro consiste nel selezionare, in ciascuna annata, le migliori uve provenienti da suoli, morfologie, microclimi diversi – i suoli vulcanici dell’ignimbrite, i terrazzi fluviali e le terre nere antiche della collina marnosa – con il risultato di una indefettibile costanza di carattere e qualità, che sempre la nostra valle
è in grado di garantire.

TRACCE DI UNA LINGUA ANTICA

La lingua Osca, sorella dell’Umbro e del Latino, veniva parlata e scritta nella regione del Sannio e in altre aree dell’Italia centro meridionale tra il quinto e il secondo secolo avanti Cristo. L’alfabeto Osco-Sannita, il cui verso di scrittura andava da destra verso sinistra, è in realtà una rielaborazione dell’alfabeto etrusco.

Sono centinaia i ritrovamenti che testimoniano l’utilizzo di questo alfabeto, tra i più importanti la tavola di Agnone datata III secolo a.C.

Sulla superficie bronzea della tavola, un testo a tema sacro cita ben diciassette divinità tutte legate ai frutti della terra e all’agricoltura tra cui la dea Cerere a conferma della devozione del popolo sannita per il culto della natura.

JANARE, UNA MAGIA CHE NON FINISCE MAI

Janare è un progetto speciale de La Guardiense, realtà cooperativa tra le più importanti e consolidate del settore vitivinicolo italiano. Ha sede a Guardia Sanframondi, comune del Sannio beneventano, cuore enoico della Campania. Rappresenta il risultato della prima zonazione viticola realizzata in terra campana. Punta ad esaltare la qualità delle produzioni vitivinicole locali legandole alle specificità del territorio, in un’ottica di profondo rispetto per le risorse primarie che rende la sostenibilità un valore fondante della filosofia aziendale.

Il riferimento alle Janare, le streghe della tradizione contadina del Sannio beneventano, i cui riti sono indissolubilmente legati ai cicli naturali, affonda le sue radici proprio nella volontà di tramandare una cultura antica in un gusto attuale mantenendone viva l’aura magica.

Pubblicato in News